OSCAR PREDICTIONS

Siamo entrati in pieno periodo Oscar e noi, come altri, abbiamo deciso di dare le nostre considerazioni riguardo i possibili vincitori e chi secondo noi merita veramente di portare a casa la statuetta.
Quest’anno è stato senza dubbio prolifico e, nonostante alcune candidature risultino un po’ forzate e la mancanza di alcuni film tra cui Midsommar, possiamo dire che l’Academy abbia attuato una buona selezione.

MIGLIOR FILM

Senz’altro una delle categorie più ambite, se non quella più ambita, è quella di miglior film.
Tra i vari candidati spicca l’opera di Quentin Tarantino, Once Upon A Time In Hollywood, per noi meritevole del premio.
Un film difficile che ai più può risultare un mappazzone di citazioni senza considerare la magia e l’amore che il regista ha instillato in ogni frame della pellicola.
Probabilmente non sarà il vincitore.
L’Academy ha già dimostrato in diverse occasioni di voler premiare film che si ricolleghino al periodo storico attuale o che comunque risultino più fruibili al pubblico.
Per questo motivo i possibili vincitori saranno o Storia di un matrimonio o Joker. Da tenere d’occhio anche Jojo Rabbit.
Leggi la recensione di Joker qui.

Joker, Once Upon a time in hollywood storia di un matrimonio oscar

MIGLIOR REGIA

Qui siamo di fronte, vedendo anche i risultati dei Golden Globe, a una decisione unanime.
Il vincitore sia meritevole che plausibile sarà Sam Mendes per la regia di 1917, opera nata dall’idea di voler mettere in scena una missione raccontatagli dal nonno.
Il regista decide di girare tutto in un unico, finto, piano sequenza per far sì che noi possiamo rivivere quell’esperienza tutta d’un fiato, riesumando probabilmente le sensazione che deve aver provato lui da bambino quando il nonno gli raccontò la storia.

sam mendes 1917 oscar

MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA

Come per la miglior regia il vincitore del premio è già stato annunciato, Joaquin Phoenix per l’interpretazione del cattivo per eccellenza, Joker.
A nostro avviso, però, non è la performance migliore, difatti Leonardo Di Caprio ci ha riservato una prova ineccepibile.
Mentre Joaquin Phoenix interpreta a nostro avviso un personaggio che, per via delle numerose interpretazioni precedenti, risulta essere più “semplice”, Di Caprio. impersona un ideale di personaggio, un divo Hollywoodiano alle prese con sé stesso e con le sue futili lamentele, sicuramente più sfaccettato e complesso.

di caprio phoenix oscar

MIGLIOR ATTRICE PROTAGONISTA

Nonostante Scarlett Johansson abbia fornito una delle sue migliori performance attoriali, non sarà lei a portare a casa la statuetta. Infatti sarà praticamente una gara a due, come Di Caprio e Phoenix, tra Saoirse Ronan per Piccole Donne e Renee Zallweger per Judy.
Due performance pressochè alla pari anche se il ruolo di Judy forse risulta essere più difficile e quindi questo potrebbe far virare l’Academy verso la vittoria dell’attrice texana.

ronan zellweger oscar

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA

Beh che dire, Brad Pitt ha interpretato quello che diverrà uno dei personaggi più iconici della storia, Cliff Booth.
Siamo tutti d’accordo col fatto che sarà lui a vincere l’Oscar.
Leggi la recensione di Once Upon a Time in Hollywood qui.

MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA

Ci dispiace per Scarlett Johansson che pur avendo ricevuto due nomination, tornerà a casa a mani vuote.
Nonostante noi facciamo il tifo per lei, l’attrice che dominerà il palco alla serata degli Oscar sarà Laura Dern per il ruolo in Storia di un matrimonio.

laura dern oscar

MIGLIOR SCENEGGIATURA ORIGINALE

In questo caso se la giocano Parasite e Once Upon a Time in Hollywood.
Da una parte abbiamo il film coreano che è sicuramente un’opera molto originale in cui la sceneggiatura si mette al servizio di quello che vuole comunicare il regista.
D’altra parte Tarantino ci mostra ancora una volta come riesca, tramite un’ottima scrittura, a manipolare la realtà.
Quasi sicuramente vincerà quest’ultimo mentre al regista coreano verrà riservato un altro premio.

MIGLIOR SCENEGGIATURA NON ORIGINALE

I contendenti papabili per questo premio sono invece Joker, Jojo Rabbit e Piccole Donne.
The Irishman pur essendo un buon film, non vincerà in quanto risulta essere in diversi momenti un’opera senile, con diversi errori.
Il favorito per la vittoria dell’oscar rimane comunque Jojo Rabbit.

MIGLIOR FILM STRANIERO

È qui che finalmente vedremo primeggiare il capolavoro di Bong Joon-Ho, nonostante la timida concorrenza di Dolor y Gloria di Almodovar.
Leggi la recensione di Parasite qui.

MIGLIOR FILM D’ANIMAZIONE

Ed eccoci giunti alla sezione che, purtroppo, di rado concede sorprese. In Klaus, distribuito da Netflix, Sergio Pablos mette in scena un film di ottima fattura, raccontandoci la storia di Babbo Natale attraverso le disavventure di un vizioso portalettere. Struggente e pensata in ogni minimo dettaglio questa pellicola difficilmente interromperà l’egemonia di Disney e Pixar i quali vantano rispettivamente due buoni ma per nulla straordinari candidati come Frozen 2 e Toy Story 4.

LE ALTRE OSCAR NOMINATION

MIGLIOR COLONNA SONORAMIGLIOR CANZONE
Possibile vincitore: 1917 Possibile vincitore: Rocketman
MIGLIORI EFFETTI SPECIALI MIGLIOR FOTOGRAFIA
Possibile vincitore: Avengers Endgame Possibile vincitore: 1917 e Joker
MIGLIOR TRUCCO MIGLIOR SCENOGRAFIA
Possibile vincitore: 1917 e Joker Possibile vincitore: Parasite e Once Upon a Time in Hollywood
MIGLIORI COSTUMI MIGLIOR MONTAGGIO
Possibili vincitori: 1917 e Piccole Donne Possibile vincitore: Parasite
MIGLIOR SONORO MIGLIOR MONTAGGIO SONORO
Possibile vincitore: 1917 Possibile vincitore: Le mans ’66
No Comments

Post A Comment